Provided by: manpages-it_0.3.4-1_all bug

NOME

       last, lastb - mostra l’elenco degli ultimi accessi

SINTASSI

       last [-R] [-num] [ -n num ] [-adx] [ -f file ] [nome...]  [tty...]
       lastb [-R] [-num] [ -n num ] [ -f file ] [-adx] [nome...]  [tty...]

DESCRIZIONE

       Last   ripercorre   all’indietro  il  file  /var/log/wtmp  (o  il  file
       specificato con il flag -f) per mostrate l’elenco di tutti gli  accessi
       (e  delle  disconnessioni)  a partire dalla creazione del file. Possono
       essere specificati nomi di utenti e tty, e allora  last  mostrerà  solo
       quelle  voci che corrispondono agli argomenti. I nomi delle tty possono
       essere abbreviati, cosicché last 0 è lo  stesso  che  fare  last  tty0.
       Quando  last  riceve  un  SIGINT  (generato dal carattere interrupt, di
       solito control-C) o un SIGQUIT (generato dal carattere quit, di  solito
       control-\)  mostrerà  quello che ha trovato finora nel file e terminerà
       in caso di SIGINT.

       Lo pseudo utente reboot viene registrato ad ogni riavvio  del  sistema.
       Quindi last reboot mostrerà le registrazioni (log) di tutti i riavvii a
       partire dalla creazione del log file.

       Lastb è la stessa cosa di last, ma mostra  le  registrazioni  del  file
       /var/log/btmp, che contiene tutti i tentativi di accesso falliti.

OPZIONI

       -num   Questo è un contatore che dice a last quante righe mostrare.

       -n num Lo stesso.

       -R     Con questo flag, il campo hostname non sarà mostrato.

       -a     Forza  last  a mostrare il nome dell’host nell’ultima colonna. È
              utile assieme all’opzione che segue.

       -d     Per gli accessi che non sono locali, Linux  salva  non  solo  il
              nome  dell’host remoto ma anche il suo numero IP. Questa opzione
              ritraduce il numero IP nel nome dell’host.

       -x     Questo flag forza last a mostrare le voci relative agli shutdown
              e ai cambi di runlevel.

NOTE

       I  file  wtmp  e  btmp  potrebbero  non esserci. Il sistema registra le
       informazioni su questi  file  solo  se  sono  presenti.   Questo  è  un
       problema  di configurazione locale. Se si vuole che i file siano usati,
       li  si  crei  con  un  semplice  comando  touch  (per  esempio,   touch
       /var/log/wtmp).

AUTORE

       Miquel van Smoorenburg, miquels@cistron.nl
       Traduzione di Giovanni Bortolozzo <borto@dei.unipd.it>

VEDERE ANCHE

       shutdown(8), login(1), init(8)

                                 11 marzo 1996                   LAST,LASTB(1)