Provided by: login_4.0.13-7ubuntu3_i386 bug

NOME

       login - apre una sessione sul sistema

SINTASSI

       login [-p] [nome_utente] [ENV=VAR ...]
       login [-p] [-h host] [-f nome_utente]
       login [-p] -r host

DESCRIZIONE

       login viene utilizzato per aprire una sessione sul sistema. Normalmente
       viene  invocato  automaticamente  rispondendo  al  prompt  login:   del
       terminale.  login può essere trattato in maniera speciale dalla shell e
       non  può  essere  invocato  come  sottoprocesso.  Normalmente  login  è
       trattato  dalla  shell  come  exec  login  che  termina la shell utente
       attuale. L’esecuzione di login da una shell che non sia quella di login
       produce un messaggio d’errore.

       All’utente  viene  quindi  chiesta  la password, se necessario. Durante
       questa operazione l’eco sul terminale è disabilitato per  non  rivelare
       la password. Solo un basso numero di tentativi falliti è permesso prima
       che login termini e che la connessione sia rallentata.

       Se la scadenza delle password è abilitata per il proprio account, prima
       di  proseguire  ci  può  essere  la richiesta di una nuova password. Il
       programma chiederà prima la vecchia password e poi la nuova  per  poter
       continuare.   Per   maggiori   informazioni  si  faccia  riferimento  a
       passwd(1).

       Dopo  aver  completato  correttamente   l’accesso,   vengono   mostrati
       eventuali  messaggi  di  sistema e si viene informati della presenza di
       nuova posta. Si può evitare di visualizzare  i  messaggi  in  /etc/motd
       creando  un  file  vuoto chiamato .hushlogin nella propria directory di
       login. Il messaggio relativo  alla  presenza  di  posta  è  "Cè  nuova
       posta.",  "Cè  la  solita  posta."  o  "Nessun  messaggio di posta." a
       seconda dello stato della propria casella di posta.

       I propri ID di utente e gruppo vengono poi impostati in base ai  valori
       definiti  nel  file  /etc/passwd.  I  valori  di  $HOME, $SHELL, $PATH,
       $LOGNAME e $MAIL sono impostati in base  ai  corrispettivi  valori  nel
       file  delle  password. I valori per ulimit, umask e nice possono essere
       impostati in base al campo GECOS.

       In alcune  installazioni  la  variabile  d’ambiente  $TERM  può  essere
       impostata  in base al tipo di terminale della propria connessione, come
       specificato in /etc/ttytype.

       Può anche essere eseguito uno script di inizializzazione per il proprio
       interprete  dei  comandi.  Fare  riferimento  alla  relativa  pagina di
       manuale per maggiori informazioni su questa funzione.

       Un accesso a un sottosistema è indicato dalla  presenza  del  carattere
       "*"  all’inizio  della  shell  di  login.  La  home directory impostata
       diventa la root di un nuovo file system al quale l’utente accede.

OPZIONI

       -f     Non effettua l’autenticazione, l’utente è già autenticato

       -h     Nome dell’host remoto per questo login.

       -p     Non modifica l’ambiente.

       -r     Attiva il protocollo autologin di rlogin.

       Le opzioni -r, -h e -f possono  essere  utilizzate  solo  quando  login
       viene invocato da root.

AVVISI/CAVEAT

       Questa  versione  di  login  ha molte opzioni di compilazione; solo una
       parte di esse potrebbe essere in uso su un determinato sistema.

       La  posizione  dei  file  è  soggetta  a  differenze   in   base   alla
       configurazione del sistema.

FILE

       /var/run/utmp  - elenco delle sessioni di login attive
       /var/log/wtmp  - elenco delle sessioni di login precedenti
       /etc/passwd    - informazioni sugli account degli utenti
       /etc/shadow    - informazioni sicure sugli account degli utenti
       /etc/motd      - file dei messaggi di sistema
       /etc/nologin   -  inibisce  l’accesso  al  sistema  a  tutti gli utenti
       tranne root
       /etc/ttytype   - elenco di tipi di terminale
       $HOME/.hushlogin    - impedisce che  vengano  mostrati  i  messaggi  di
       sistema

VEDERE ANCHE

       mail(1), passwd(1), sh(1), su(1), login.defs(5), nologin(5), passwd(5),
       getty(8)

AUTORE

       Julianne Frances Haugh <jockgrrl@ix.netcom.com>

TRADUZIONE

       Giuseppe Sacco <eppesuig@debian.org>, 2005
       Danilo Piazzalunga <danilopiazza@libero.it>, 2005

                                                                      LOGIN(1)