Provided by: manpages-it_0.3.4-1_all bug

NOME

       mformat  -  aggiunge  un  filesystem MSDOS ad un dischetto formattato a
       basso livello

SINTASSI

       mformat [ -t tracce ] [ -h testine ] [ -s settori ] [ -l etichetta ]  [
       -S  sizecode  ]  [  -2  settori  sulla  traccia 0 ] [ -M dimensione dei
       settori software ] [ -a ] [ -X ] [ -C ] [ -H settori nascosti ] drive:

DESCRIZIONE

       Mformat aggiunge un filesystem MSDOS minimale (boot sector, FAT, e root
       directory)  a  un  dischetto precedentemente formattato con una utility
       Unix di formattazione a basso livello.

       Sono supportate le seguenti opzioni: (le opzioni S, 2, 1 e M potrebbero
       non  esistere  se la propria copia degli Mtools è stata compilata senza
       l’opzione USE_2M)

       t      Numero delle tracce (non dei cilindri).

       h      Numero delle testine (lati).

       s      Numero di settori per traccia. Se è stata data l’opzione  2m,  è
              il  numero  di  settori  da  512-byte equivalenti su una traccia
              generica (non nella traccia 0). Se non è  stata  data  l’opzione
              2m,  è  il  numero  di  settori  fisici  per  traccia  (i  quali
              potrebbero essere più grandi di 512 byte).

       l      Eventuale etichetta del dischetto.

       S      sizecode. La dimensione del settore è 2 ^ (sizecode + 7).

       2      formattazione 2m. Il  parametro  di  questa  opzione  indica  il
              numero  di  settori  nella  traccia  0. L’uso è raccomandato per
              settori più grandi del normale.

       1      non usa la formattazione 2m, anche se  l’attuale  geometria  del
              disco è una geometria 2m.

       M      dimensione  dei  settori  software.  Questo  parametro indica la
              dimensione in byte del settore usato dal  filesystem  MSDOS.  Di
              default è la dimensione fisica del settore.

       a      Se è data questa opzione, è generato un numero di serie in stile
              Atari.  Gli Atari salvano il loro numero di serie nell’etichetta
              OEM.

       X      formatta  il disco come un disco Xdf, I dischi Xdf sono usati da
              OS/2. Questo formato può contenere 1756k, ed è veloce quanto  la
              formattazione    2m   equivalente.    Il   disco   deve   essere
              precedentemente formattato  a  basso  livello  usando  l’utility
              xdfcopy inclusa nel pacchetto fdutils.

       C      crea  un  file  immagine  del disco per intallarvi il filesystem
              MSDOS. Ovviamente, questa  opzione  è  inutile  per  dispositivi
              fisici come dischetti e partizioni su dischi fissi.

       H      numero  dei  settori  nascosti.  Questo  parametro  è  utile per
              formattare partizioni su dischi fissi, che  non  sono  allineate
              sui limiti di traccia (cioè la prima testina della prima traccia
              non inizia la partizione, ma contiene partition table).  In  tal
              caso  il  numero  di settori nascosti è in generale il numero di
              settori per cilindro. Non è testato.

       n      numero di serie.

       Per formattare un dischetto  con  una  densità  diversa  da  quella  di
       default, si devono fornire nella linea di comando (al meno) i parametri
       diversi da quelli di default.

       Mformat restituisce 0 in caso di successo o 1 in caso di fallimento.

VEDERE ANCHE

       mlabel(1)

BACHI

       Richiede una utility Unix di formattazione a basso livello.

       Non rileva (o registra) le informazioni sui blocchi erronei.

                                     local                          MFORMAT(1)