Provided by: manpages-it_0.3.4-1_all bug

NOME

       mpage - stampa più pagine in formato PostScript su un foglio

SINTASSI

       mpage   [-1248cfovlaAHOERSUXrt]   [-p[paginatore]]   [-B[marginibordo]]
       [-da|p] [-m[marginipagina]] [-M[marginipagina]] [-Llinee] [-Wlarghezza]
       [-C[filecodifica]  [-hintestazione]  [-X[intestazione]] [-P[stampante]]
       [-j    primo[-ultimo]    [%intervallo]    [-slunghtab]     [-Fnomefont]
       [-zcomandodistampa]        [-Inumcaratteri]       [-Zargomentidistampa]
       [-Dformatodata] [-bmisuracarta] [file...]

DESCRIZIONE

       Mpage legge i file di testo o i documenti PostScript  e  li  stampa  in
       formato  PostScript con il testo ridotto in modo che più pagine possano
       starci in un foglio di carta.  È utile per  ottenere  grossi  documenti
       stampati  usando  una  bassa  quantità  di  carta.   Usa ISO 8859.1 per
       stampare i caratteri in 8-bit.

       Le seguenti opzioni sono accettate (si noti  che  gli  argomenti  delle
       opzioni possono essere separati con spazi dalle opzioni stesse, eccetto
       per  -B, -m, -M, -p and -P):

       -8     Stampa otto pagine normali per foglio.

       -4     Stampa quattro pagine normali per foglio (default).

       -2     Stampa due pagine normali per foglio.

       -1     Stampa una pagina normale per ogni foglio.

       -O     Stampa due pagine normali per foglio, ma stampando ogni prima  e
              quarta pagina di ciascun gruppo di quattro. Verranno ignorate le
              opzioni -a e -l.

       -E     Stampa due pagine normali per foglio, ma stampando ogni  seconda
              e  terza  pagina di ciascun gruppo di quattro. Verranno ignorate
              le opzioni -a e -l.

       -p[paginatore]
              Sottopone  l’input  al  comando  paginatore  (con   le   opzioni
              specificate) prima di stamparlo (suppone che l’input sia un file
              di testo).  Se non è specificato un comando, viene usato  pr(1).

       -c     Permuta  il concatenamento delle pagine dei file specificati nei
              singoli fogli (per default è disabilitato).

       -C[filecodifica]
              Specifica il file di codifica dei caratteri. Per default  non  è
              specificato.  Questo  file  si  deve  trovare nella directory di
              libreria di mpage (/usr/local/lib/mpage). Il  programma  ha  una
              codifica  interna  basata  sul  Latin-1  o  IBM  codepage 850, a
              seconda di  quanto  specificato  durante  la  compilazione.  Non
              specificando  un  file  di codifica verrà usata quella interna a
              Mpage.

       -Dformatodata
              Imposta, come in strftime(3), il formato  della  data  da  usare
              nell’output (per esempio nelle intestazioni).

       -o     Permuta  la presenza del riquadro attorno ad ogni pagina ridotta
              (abilitato per default).

       -v     Permuta la visualizzazione del contatore di fogli preparati  per
              la stampa (disabilitato per default).

       -f     Permuta  il rientro delle righe più lunghe della larghezza della
              pagina (disabilitato per default).

       -Fnomefont
              Specifica il nome di font. Per default è il  Courier.

       -l     Permuta il modo di stampa orizzontale o verticale.  Le pagine in
              orizzontale  sono  di  55 linee per 132 colonne per default.  In
              verticale sono di 66  linee  per  80  colonne.   (verticale  per
              default).

       -R     Imposta  il  modo  orizzontale  a  sinistra  al posto di destra,
              facendo partire la prima pagina dall’angolo in alto a  sinistra.
              Può  essere  utile  per  i  file  in  postscript.   Nota: usando
              l’opzione -l dopo -R questa non avrà effetto, usando il  normale
              tipo verticale.

       -B[<num>[lrtb]*]
              Specifica i margini della cornice attorno al testo e lo spessore
              delle sue righe. Il valore predefinito è 0 colonne  sia  per  il
              margine  destro  che  sinistro,  lo  stesso  vale  per i margini
              superiore  e  inferiore,  e  0  per  lo  spessore  delle  righe.
              Specificando  solamente -B si abiliterà la stampa della cornice.
              l, r, t o  b  impostano  rispettivamente  il  margine  sinistro,
              destro,  superiore  o  inferiore  a  <num> colonne (linee).  Non
              specificando nessun lato,  verrà  impostato  lo  spessore  delle
              righe a <num>.  Per esempio -B1 imposta lo spessore a 1.  I lati
              con margini negativi non saranno stampati.

       -m[<num>[lrtb]*]
              Specifica i margini del foglio. Il valore predefinito  è  di  20
              punti.  Specificando solo -m viene impostato il margine sinistro
              a 40 punti.  l, r, t o b impostano rispettivamente il  sinistro,
              destro,  superiore  o  inferiore.   Non  specificando alcun lato
              verranno  impostati  tutti  i  margini  a  <num>.    Il   valore
              predefinito  per  <num>  è di 40 punti. Per esempio -m10 imposta
              tutti i margini a 10 punti.  -ml50tb imposta il margine sinistro
              a  40  e  quelli superiore e inferiore a 50 punti.  -m50l25bt30r
              imposta l’inferiore e il superiore a 25, il margine  sinistro  a
              50  e il destro a 30 punti. I margini specificati possono essere
              negativi.  Valori molto grandi provocano effetti divertenti,  ma
              questo è lasciato come esercizio per l’utente.

       -M[<num>[lrtb]*]
              Imposta  i  margini  delle  pagine.  Per  la  sintassi riferirsi
              all’opzione -m.  Il valore predefinito è di quattro per la  sola
              opzione  -M,  e  otto  per  <num>.   I  margini  possono  essere
              negativi, è utile per  ridurre  i  bordi  troppo  larghi  di  un
              documento   in   postscript.    Valori  molto  grandi  provocano
              simpatici effetti, ma  questo  è  lasciato  come  esercizio  per
              l’utente.

       -a     Permuta  l’ordine  delle pagine nel foglio in modo che la pagina
              successiva venga stampata a destra piuttosto che sotto a  quella
              attuale (per default è da sopra a sotto).

       -da|p  Forza   l’interpretazione  dell’input  come  ascii  (a)  o  come
              postscript  (p).   In  questo  modosi  può  stampare  il  codice
              postscript  come  testo, oppure stamparlo nel caso che mpage non
              lo riconosca come postscript. usando -dp , ci si assicuri che il
              codice   postscript   contenga  i  separatori  di  pagina  %Page
              altrimenti verrà considerato errato.

       -A     sconsigliato, vedi l’opzione -b. Prepara l’output per i fogli in
              formato A4. Il valore predefinito è mostrato da ’mpage -x’.

       -U     sconsigliato, vedi l’opzione -b. Prepara l’output per i fogli in
              formato quadrotta (US letter).  Il valore predefinito è mostrato
              da ’mpage -x’.

       -bmisuracarta
              Prepara  l’output  per  il formato di pagina selezionato, Questo
              può essere A4 per l’A4, Letter per la quadrotta oppure Legal per
              il  formato  americano  «legal».   Per il default si veda ’mpage
              -x’.

       -S     Serve ad evitare la riduzione simmetrica.  Per  default  vengono
              ridotti  ugualmente  i  punti  orizzontali  che  verticali se la
              larghezza  o  l’altezza  massima  eccedono  la  larghezza  della
              pagina.   Con  -S  le  pagine ridotte saranno riempite di più ma
              sensibilmente  distorte  (usato  solo  nella  stampa   di   file
              postscript).

       -r     Stampa in ordine inverso.  L’ultima pagina è stampata per prima.
              I valori degli arrangiamenti e delle riduzioni delle pagine  non
              vengono modificate.

       -t     Permuta  la  stampa  su entrambi i lati del foglio. Utile per la
              stampa fronte-retro.  Da usare solo se la stampante permette  di
              stampare in modo duplex.  (disabilitato per default).

       -T     Ribalta  le  pagine  dispari  in  modalità  fronte-retro. Questa
              opzione è da usare solo  per  le  stampanti  che  permettono  il
              fronte-retro e sempre con -t .

       -jprimo[-ultimo][%intervallo]
              Stampa  solo  i fogli specificati dai numeri, partendo da 1.  Se
              non specificato, l’ultimo  è  la  fine  del  file  da  stampare,
              intervallo  è  uno.   Così  -j1-10  seleziona  i primi 10 fogli,
              oppure -j 1%2 stampa solo i fogli dispari e -j 2%2 quelli  pari.

              Una  stampa su doppia faccia con due passate può essere fatta in
              questo modo: usando  dei  fogli  con  i  quattro  buchi,  li  si
              inserisca  nella  stampante  con i buchi sulla destra, quindi si
              stampino le pagine dispari con

                   mpage ... -j 1%2 ...

              Si noti che viene mostrato il numero di pagine totale  (solo  la
              metà  di  esse sarà stampato).  Quando la stampa sarà finita, se
              mpage indica un numero dispari di  pagine  si  rimuova  l’ultima
              dalla pila, poiché non ci sarà una pagina numerata da accoppiare
              con essa.  Quindi si volti la pila di fogli sotto-sopra (i buchi
              si  dovrebbero  trovare  a sinistra). Nella nostra stampante, la
              carta  viene  fuori  con  la  parte  bianca  verso  l’alto;   la
              reinfiliamo  nel  caricatore  allo stesso modo ma ruotata di 180
              gradi.  Si prenda spunto da questo per la propria stampante. Ora
              si stampino le pagine pari ma in ordine inverso con

                   mpage ... -r -j 2%2 ...

              sperando che nessuno tocchi la stampante nel frattempo.

       -P[stampante]
              Specifica  la  stampante  a cui inviare l’output PostScript (es.
              lpr -Pprinter).  Usando solo -P senza il nome  della  stampante,
              questo  verrà inviato alla coda di stampa predefinita (es. lpr).
              Usando -P-, l’output sarà mandato a stdout, cosa utile quando si
              utilizza  la variabile ambientale MPAGE. Senza -P, verrà inviato
              allo standard output.

       -Llinee
              Regola la riduzione della pagina in modo da far stare il  numero
              di  linee  specificato  nello  spazio  di  una  pagina.   Ha  la
              precedenza  sulla  quantità  stabilita  normalmente   (si   veda
              l’ opzione  -l).   Se  usata  con  l’opzione  -p  il valore sarà
              passato anche al programma pr.

       -Wlarghezza
              Regola in larghezza la riduzione delle pagine in  modo  che  una
              linea  larga  larghezza  caratteri  ci stia in una pagina. Ha la
              precedenza  sulla  quantità  stabilita  normalmente   (si   veda
              l’ opzione  -l).   Se  usata  con  l’opzione  -p  il valore sarà
              passato anche al programma pr.

       -Inumcaratteri
              Provoca il rientro del testo di un certo numcaratteri.

       -slunghtab
              Imposta il numero di caratteri per la tabulazione (predefinito a
              8).  Dovrebbe essere >= 2.

       -hintestazione
              Viene  usato  solo  quando  si  usano  -p o -H ed è passato come
              opzione per il paginatore nel  formato  "-hintestazione"  oppure
              come intestazione per -H.

       -H     Crea  una  riga  di  intestazione, per ogni pagina, separata dal
              testo con una riga  orizzontale.  Se  non  è  stata  specificata
              l’opzione   -h,   le   informazioni   scritte  saranno  la  data
              dell’ultima modifica del file, il nome di esso e  il  numero  di
              pagina, stampate in grassetto e con un carattere leggermente più
              grande.  Questa opzione può essere usata solo  con  i  file  non
              postscript.

       -X [intestazione]
              Stampa  l’intestazione  centrata in ogni pagina fisica (foglio).
              Per default sarà stampato il nome del file (vedi l’opzione -c) a
              sinistra e il numero di pagina a destra.

       -zcomandodistampa
              Specifica  il  comando  da  utilizzare  per inviare l’output. Il
              valore predefinito è lpr , per lo  stile  UCB  per  le  code  di
              stampa;  lp  per  lo stile AT&T.  Le opzioni del comando possono
              essere specificate con l’opzione -Z.  Ad esempio  -zlp  per  gli
              Unix alla System V.

       -Zargomentidistampa
              Per  stabilire  le  opzioni da usare per il comando di stampa di
              "-z comandodistampa" .  Ad esempio -zlp per gli Unix alla System
              V.   Il  valore predefinito è -P per lo stile UCB, -d per quello
              AT&T.

AMBIENTE

       Mpage esamina la variabile ambiente PRINTER  (o  LPDEST  per  lo  stile
       AT&T) per sovrascrivere i suoi valori predefiniti.

       La  variabile  MPAGE_LIB  può essere usata per stabilire dove cercare i
       caratteri di codifica (opzione -C).

       Mpage esamina anche la variabile ambiente  MPAGE  per  le  impostazioni
       predefinite.   Possono  essere  specificate anche delle combinazioni di
       opzioni, per esempio se MPAGE contiene:
                 -2oPqms -L60
       si dice al programma (in assenza  di  altri  argomenti  della  riga  di
       comando)  di  inviare  due  pagine  per foglio, 60 righe per pagina e i
       bordi  verso  la  stampante  chiamata  qms  (ignorando   le   variabili
       PRINTER/LPDEST,  se esistono).  Nelle variabili ambiente gli spazi sono
       considerati come delimitatori delle opzioni, e nessun uso di virgolette
       è riconosciuto.

       Le opzioni della riga di comando sovrascriveranno quelle specificate in
       PRINTER e MPAGE.

FILE

       /bin/pr   /bin/fold
       /usr/tmp/mpageXXXXXX

BACHI

       Se vengono passate troppe opzioni il  programma  ansima   (ma  tu  puoi
       trovare la soluzione a questo!)

       I  caratteri NULL in un file di input in postscript causeranno un crash
       di mpage!

       Molti altri, ne siamo sicuri.

VERSIONE

       Versione   2.5,   Ralizzata   nel   November   1997.     Pagina    web:
       http://www.mesa.nl/pub/mpage

AUTORI

       Marcel  Mol <marcel@mesa.nl>. Ha apportato un sacco di migliorie. Più o
       meno è l’autore principale adesso.

       Mark P. Hahn (uunet!pyrdc!mark), Pyramid Technology Corporation.

       Gli aiuti di molti altri, vedi il file CHANGES per favore.

                                    2/2/96                        MPAGE(Local)