Provided by: manpages-it_0.3.4-1_all bug

NOME

       tar - La versione GNU del programma di utilità tar

SINTASSI

       tar  [ - ] A --catenate --concatenate | c --create | d --diff --compare
       | r --append | t --list | u --update |  x  -extract  --get  [  --atime-
       preserve  ]  [  -b,  --block-size  N ] [ -B, --read-full-blocks ] [ -C,
       --directory DIR ] [ --checkpoint    ] [ -f, --file  [NOME_HOST:]F  ]  [
       --force-local    ]  [ -F, --info-script F --new-volume-script F ] [ -G,
       --incremental ] [ -g, --listed-incremental F ] [ -h, --dereference ]  [
       -i,  --ignore-zeros ] [ --ignore-failed-read ] [ -k, --keep-old-files ]
       [ -K, --starting-file F ] [ -l, --one-file-system ] [ -L, --tape-length
       N  ]  [ -m, --modification-time ] [ -M, --multi-volume ] [ -N, --after-
       date DATA, --newer DATA ] [ -o, --old-archive, --portability  ]  [  -O,
       --to-stdout  ] [ -p, --same-permissions, --preserve-permissions ] [ -P,
       --absolute-paths ] [  --preserve       ]  [  -R,  --record-number  ]  [
       --remove-files  ] [ -s, --same-order, --preserve-order ] [ --same-owner
       ] [ -S, --sparse ] [ -T, --files-from F ] [ --null     ] [ --totals   ]
       [  -v,  --verbose  ]  [  -V,  --label  NAME  ]  [  --version   ]  [ -w,
       --interactive, --confirmation ] [ -W, --verify    ] [ --exclude FILE  ]
       [  -X,  --exclude-from  FILE  ]  [ -Z, --compress, --uncompress ] [ -z,
       --gzip, --ungzip  ] [ --use-compress-program PROG ] [  --block-compress
       ] [ -[0-7][lmh]     ]

       nomefile1 [ nomefile2, ... nomefileN ]

       directory1 [ directory2, ...directoryN ]

DESCRIZIONE

       Questa  pagina  del  manuale  documenta  la  versione  GNU  di  tar, un
       programma di archiviazione progettato  per  immagazzinare  ed  estrarre
       file da un archivio conosciuto come un tarfile.  Un tarfile può  essere
       fatto  su  un’unità   a  nastro  magnetico,  comunque  è  anche  comune
       scrivere  un  tarfile  su  un file normale.  Il primo argomento del tar
       deve essere una  delle  opzioni:  Acdrtux,  seguita  da  una  qualsiasi
       funzione  facoltativa.  L’argomento finale del tar sono i nomi dei file
       o delle directory che devono essere archiviate. L’uso del nome  di  una
       directory  implica  sempre  che  le  sotto  directory  che  si  trovano
       all’interno debbano essere incluse nell’archivo.

LE FUNZIONI DELLE LETTERE

       Deve essere usata almeno una delle seguenti opzioni:

       -A, --catenate, --concatenate
              aggiunge i file ad un archivio

       -c, --create
              crea un nuovo archivio

       -d, --diff, --compare
              trova la differenza tra l’archivio e il file system

       --delete
              elimina dall’archivio  (da  non  usare  sui  nastri  magnetici!)

       -r, --append
              aggiunge i file alla fine di un archivio

       -t, --list
              elenca il contenuto di un archivio

       -u, --update
              aggiunge  solamente  i  file  che  sono  più recenti della copia
              nell’archivio

       -x, --extract, --get
              estrae i file da un archivio

ALTRE OPZIONI

       --atime-preserve
              non cambia i tempi di accesso dei file che sono stati estratti

       -b, --block-size N
              il blocco assume la dimensione di Nx512 byte (default N=20)

       -B, --read-full-blocks
              reblocca appena è stato letto (per i pipe in lettura in 4.2BSD)

       -C, --directory DIR
              cambia la directory in DIR

       --checkpoint
              stampa i nomi delle directory mentre legge l’archivio

       -f, --file [NOME_HOST:]F
              usa il file di archivo o dispostivo F (default /dev/rmt0)

       --force-local
              il file di archivo è locale anche se contiene un ’due punti’ (:)

       -F, --info-script F --new-volume-script F
              esegue lo script alla fine di ogni nastro (implica -M)

       -G, --incremental
              crea/elenca/estrae  un  backup  incrementale nel vecchio formato
              GNU

       -g, --listed-incremental F
              crea/elenca/estrae un backup incrementale nel nuovo formato GNU

       -h, --dereference
              non scarica link simbolici ma i file ai quali sono collegati

       -i, --ignore-zeros
              ignora i blocchi formati da soli zero nell’archivio (normalmente
              significa EOF)

       --ignore-failed-read
              non esce con uno stato diverso da zero sui file illeggibili

       -k, --keep-old-files
              mantieni i file esistenti; non sovrascriverli dall’archivio

       -K, --starting-file F
              inizia dal file F nell’archivio

       -l, --one-file-system
              resta nel file system locale durante la creazione di un archivio

       -L, --tape-length N
              cambia il nastro dopo aver scritto N*1024 byte

       -m, --modification-time
              non estrae il tempo di modifica del file

       -M, --multi-volume
              crea/elenca/estrae archivi su più volumi

       -N, --after-date DATA, --newer DATA
              archivia solamente i file più recenti della DATA

       -o, --old-archive, --portability
              scrive un archivio nel format V7, invece che nel formato ANSI

       -O, --to-stdout
              estrae i file  sull’uscita  standard  (standard output)

       -p, --same-permissions, --preserve-permissions
              estrae tutte le informazioni relative ai permessi

       -P, --absolute-paths
              non toglie i ’/’ all’inizio del nome dei file

       --preserve
              come -p -s

       -R, --record-number
              mostra il numero dei record all’interno dell’archivio  con  ogni
              messaggio

       --remove-files
              elimina i file dopo averli aggiunti all’archivio

       -s, --same-order, --preserve-order
              l’elenco  con  i  nomi  da  estrarre  è  ordinato per l’archivio
              corrispondente

       --same-owner
              crea i file estratti con la stessa proprietà

       -S, --sparse
              gestisci i file frammentati efficientemente

       -T, --files-from F
              prendi i nomi dei file da estrarre o creare dal file F

       --null
              -T legge i file che terminano con un null, disabilita -C

       --totals
              stampa il numero totale di byte scritti con --create

       -v, --verbose
              elenco minuzioso dei file elaborati

       -V, --label NOME
              crea un archivio con il nome del volume NOME

       --version
              stampa la versione del programma tar

       -w, --interactive, --confirmation
              chiede la conferma per ogni azione

       -W, --verify
              prova a fare una verifica dell’archivio dopo ogni scrittura

       --exclude FILE
              esclude il file FILE

       -X, --exclude-from FILE
              esclude i file elencati in FILE

       -Z, --compress, --uncompress
              filtra l’archivio attraverso compress

       -z, --gzip, --ungzip
              filtra l’archivio attraverso gzip

       --use-compress-program PROG
              filtra l’archivio attraverso PROG (che deve accettare -d)

       --block-compress
              blocca l’uscita del programma di compressione per i nastri

       -[0-7][lmh]
              specifica l’unità e la densità

                               22 settembre 1993                        TAR(1)