Provided by: manpages-it_0.3.4-1_all bug

NOME

       nfs - formato di fstab e opzioni per nfs

SINTASSI

       /etc/fstab

DESCRIZIONE

       Il  file fstab contiene le informazioni sui filesystem da montare, dove
       e con quali opzioni. Per il mount di  un  NFS,  contiene  il  nome  del
       server  e della directory esportata dal server da montare, la directory
       locale che è usata come mount point, le opzioni specifiche di  NFS  che
       controllano come è montato il filesystem.

       Ecco un esempio da un file /etc/fstab per un mount NFS.

       server:/usr/local/pub /pub nfs rsize=8192,wsize=8192,timeo=14,intr

   Opzioni
       rsize=n        Il  numero di byte che NFS usa quando legge i file da un
                      server NFS. Il valore di default dipende dal  kernel,  e
                      attualmente è 1024 byte.

       wsize=n        Il  numero  di byte che NFS usa quando scrive file su di
                      un server NFS. Il valore di default dipende dal  kernel,
                      e attualmente è 1024 byte.

       timeo=n        Il  tempo in decimi di secondo prima di inviare la prima
                      ritrasmissione  dopo  un  timeout  RPC.  Dopo  il  primo
                      timeout,  il  tempo  di  timeout  è  raddoppiato ad ogni
                      timeout successivo fino a quando è raggiunto il  timeout
                      massimo   di  60  secondi  o  sono  avvenute  abbastanza
                      ritrasmissioni da causare un timeout principale  ("major
                      timeout"). Poi, se il filesystem è montato in modo hard,
                      ad ogni nuovo timeout che avviene si riparte  al  doppio
                      del valore iniziale del precedente. Il timeout massimo è
                      ancora di 60 secondi. Migliori  prestazioni  globali  si
                      possono  ottenere  incrementando il timeout quando si fa
                      il mount in una  rete  molto  occupata,  con  un  server
                      lento, o attraverso molti router o gateway.

       retrans=n      Il  numero  di  timeout secondari ("minor timeout") e di
                      ritrasmissioni che devono avvenire prima che avvenga  un
                      timeout  principale.  Il  default è di 3 timeout. Quando
                      avviene un timeout principale, l’operazione sul file o è
                      interrotta oppure viene mostrato in console il messaggio
                      "server not responding".

       acregmin=n     Il tempo minimo in secondi che devono essere  tenuti  in
                      cache   gli  attributi  di  un  file  normale  prima  di
                      richiederne l’aggiornamento dal server. Il default  è  3
                      secondi.

       acregmax=n     Il  tempo massimo in secondi che devono essere tenuti in
                      cache  gli  attributi  di  un  file  normale  prima   di
                      richiederne  l’aggiornamento dal server. Il default è 60
                      secondi.

       acdirmin=n     Il tempo minimo in secondi che devono essere  tenuti  in
                      cache   gli   attributi   di   una  directory  prima  di
                      richiederne l’aggiornamento dal server. Il default è  30
                      secondi.

       acdirmax=n     Il  tempo massimo in secondi che devono essere tenuti in
                      cache  gli  attributi  di   una   directory   prima   di
                      richiederne  l’aggiornamento dal server. Il default è 60
                      secondi.

       actimeo=n      L’uso di actimeo imposta acregmin, acregmax, acdirmin, e
                      acdirmax  allo  stesso  valore.  Non  c’è  un  valore di
                      default.

       retry=n        Il numero di volte che si tenta un operazione  di  mount
                      di  un  NFS  in  background prima di lasciar perdere. Il
                      valore di default è 1000 volte.

       namlen=n       Quando il server NFS non supporta la  versione  due  del
                      protocollo di mount RPC, questa opzione può essere usata
                      per specificare la massima lunghezza di un nome di  file
                      che  è  supportata  nel  filesystem  remoto. È usata per
                      supportare le funzioni pathconf POSIX. Il default è  255
                      caratteri.

       port=n         Il  numero della porta a cui connettersi sul server NFS.
                      Se il  numero  della  porta  è  0  (default)  allora  si
                      interroga  il  portmapper dell’host remoto per sapere il
                      numero di porta da usare. Se il demone  NFS  del  server
                      remoto  non è registrato con il suo portmapper, allora è
                      usato il numero di porta NFS standard 2049.

       mountport=n    Il numero della porta di mountd.

       mounthost=nome Il nome dell’host sul quale gira mountd.

       mountprog=n    Usa  un  numero  di  programma   RPC   alternativo   per
                      contattare  il  demone di mount sull’host remoto. Questa
                      opzione è utile per gli  host  che  possono  far  girare
                      diversi  server NFS. Il valore di default è 100005 che è
                      il numero di programma RPC standard del demone di mount.

       mountvers=n    Usa un numero di versione RPC alternativo per contattare
                      il demone di mount sull’host remoto.  Questa  opzione  è
                      utile per gli host che possono far girare diversi server
                      NFS. Il default è la versione 1.

       nfsprog=n      Usa  un  numero  di  programma   RPC   alternativo   per
                      contattare   il  demone  NFS  sull’host  remoto.  Questa
                      opzione è utile per gli  host  che  possono  far  girare
                      diversi  server NFS. Il valore di default è 100003 che è
                      il numero di programma RPC standard del demone NFS.

       nfsvers=n      Usa un numero di versione RPC alternativo per contattare
                      il  demone  NFS sull’host remoto. Questa opzione è utile
                      per gli host che possono far girare diversi server  NFS.
                      Il default è la versione 2.

       bg             Se  il  primo  tentativo  di mount NFS va in timeout, si
                      continua a provare il mount in  background.  Di  default
                      non  fa  il  mount  in  background  dopo  un  timeout ma
                      termina.

       fg             Se il primo  tentativo  di  mount  NFS  va  in  timeout,
                      termina immediatamente. È il default.

       soft           Se un operazione NFS su un file ha un timeout principale
                      allora si restituisce un  errore  di  I/O  al  programma
                      chiamante.  Il  default  è  di continuare a riprovare le
                      operazioni su file NFS indefinitivamente.

       hard           Se un operazione NFS su un file ha un timeout principale
                      allora  riporta  in  console  "server  not responding" e
                      continua indefinitivamente. È il default.

       intr           Se un operazione NFS su un file ha un timeout principale
                      ed   è  montato  hard,  allora  permette  ai  signal  di
                      interrompere l’operazione sul file e  ritorna  EINTR  al
                      programma  chiamante. Il default è di non permettere che
                      l’operazione sul file sia interrotta.

       posix          Monta il filesystem NFS usando la semantica  POSIX.  Ciò
                      permette  ad  un filesystem NFS di supportare nel giusto
                      modo il comando POSIX pathconf  interrogando  il  server
                      per  sapere la lunghezza massima di un nome di file. Per
                      fare ciò, l’host remoto deve supportare la versione  due
                      del protocollo di mount RPC. Molti server NFS supportano
                      solo la versione uno.

       nocto          Sopprime il recupero di nuovi attributi quando è  creato
                      un file.

       noac           Disabilita  interamente  tutte le forme di caching degli
                      attributi.   Ciò   causa   una   penalizzazione    delle
                      prestazioni  del server ma permette a due diversi client
                      NFS di ottenere risultati ragionevolmente  buoni  quando
                      entrambi  i client stanno scrivendo attivamente su di un
                      filesystem comune sul server.

       tcp            Monta il filesystem NFS usando il protocollo TCP  invece
                      del   protocollo   UDP  di  default.  Molti  server  NFS
                      supportano solo UDP.

       udp            Monta il filesystem NFS usando il protocollo UDP.  È  il
                      default.

       Tutte   le   opzioni   non  numeriche  hanno  la  corrispondente  forma
       "noopzione". Per esempio, nointr significa che  non  si  permette  alle
       operazione sui file di essere interrotte.

FILE

       /etc/fstab

VEDERE ANCHE

       fstab(5), mount(8), umount(8), exports(5)

AUTORE

       "Rick Sladkey" <jrs@world.std.com>
       Traduzione di Giovanni Bortolozzo <borto@dei.unipd.it>

BACHI

       Le  opzioni  bg, fg, retry, posix, e nocto sono analizzate da mount, ma
       attualmente sono ignorate "silenziosamente".

       Le opzioni tcp e namlen  sono  implementate  ma  non  sono  attualmente
       supportate dal kernel di Linux.

       Il  comando  umount  dovrebbe notificare al server quando è smontato un
       filesystem NFS.