Provided by: manpages-it_0.3.4-5_all bug

NOME

       df - visualizza l’ammontare di spazio libero su disco

SINTASSI

       df [opzioni] [file...]

       Opzioni POSIX: [-kP]

       Opzioni  GNU  (forma  breve):  [-ahHiklmPv]  [-t tipofs] [-x tipofs] BI
       "[--block-size="  dimensione  ]  [--print-type]  [--no-sync]   [--sync]
       [--help] [--version] [--]

DESCRIZIONE

       df visualizza la quantità di spazio usato e disponibile sui filesystem.

       Senza  argomenti,  df  visualizza  la  quantità  di  spazio   usato   e
       disponibile  su  tutti  i  filesystem  attualmente  montati (di tutti i
       tipi). Altrimenti df si occupa dei filesystem  che  contengono  ciascun
       file dato in argomento.

PARTICOLARI POSIX

       Il risultato è dato per default in unità da 512 byte, oppure da 1024 se
       è usata l’opzione -k. Il suo formato è indefinito,  a  meno  che  venga
       usata  l’opzione -P. Se file non è un file normale, una directory o una
       FIFO, il risultato non è specificato.

PARTICOLARI GNU

       Il risultato è dato in unità da 1024 byte (se nessuna opzione specifica
       un’unità)   a   meno   che   sia   impostata  la  variabile  ambientale
       POSIXLY_CORRECT, nel qual caso si ha il comportamento POSIX.

       Se un argomento file è un file di un dispositivo disco che contiene  un
       filesystem montato, df mostra lo spazio disponibile su quel filesystem,
       e non quello sul filesystem che contiene il nodo del dispositivo.

OPZIONI POSIX

       -k     Usa unità da 1024 byte invece che quelle di default da 512.

       -P     Risultato in sei  colonne,  con  l’intestazione  «Filesystem  N-
              blocks  Used  Available  Capacity Mounted on», cioè «filesystem,
              blocchi da N, usati, disponibili, capacità,  montato  su»  (dove
              N=512, ma coll’opzione -k N=1024).

OPZIONI GNU

       -a, --all
              (tutto)   Include   nell’elenco   anche  i  filesystem  con  una
              dimensione di 0 blocchi, che sono di natura omessi.  Normalmente
              questi  filesystem sono pseudo-filesystem con scopi particolari,
              come le voci per  l’automounter.  Inoltre,  filesystem  di  tipo
              «ignora»  o «auto», supportati da alcuni sistemi operativi, sono
              inclusi solo se quest’opzione è specificata.

       --block-size=dimensione
              Stampa le dimensioni in blocchi da dimensione  byte  (novità  in
              fileutils-4.0, ma non funziona).

       -h, --human-readable
              (comprensibile) Aggiunge a ciascuna dimensione un suffisso, come
              M per megabyte binario («mebibyte»).

       -H, --si
              Ha lo stesso effetto di -h, ma usa le unità  ufficiali  SI  (con
              potenze di 1000 piuttosto che di 1024, per cui M sta per 1000000
              invece di 1048576) (novità in fileutils-4.0).

       -i, --inodes
              Dà informazioni sull’uso degli inode, invece che dei blocchi. Un
              inode  (abbreviazione  dell’inglese «index node», nodo d’indice)
              contiene informazioni su di un file, come il  suo  proprietario,
              permessi, orari e posizione sul disco.

       -k, --kilobytes
              Visualizza le dimensioni in blocchi da 1024 byte.

       -l, --local
              Limita  il  risultato  ai  soli  filesystem  locali.  (Novità in
              fileutils-4.0)

       -m, --megabytes
              Visualizza le dimensioni in blocchi da un megabyte binario (cioè
              1 048 576 byte).  Si noti come le quattro opzioni -h, -H, -k, -m
              si escludono a vicenda e  come  solo  l’ultima  venga  presa  in
              considerazione;  per esempio, dando le opzioni --si e -m, non si
              ottiene un risultato in megabyte (veri, cioè da  1000000  byte).
              [L’interpretazione  della  dimensione  dei blocchi è influenzata
              anche dalla  variabile  ambientale  BLOCK_SIZE,  ma  questo  non
              funziona nella versione in fileutils-4.0]

       --no-sync
              Non  effettua  la  chiamata  di sistema sync prima di ottenere i
              dati sull’utilizzo. Ciò può velocizzare molto df, ma per  alcuni
              sistemi  (in  particolare  SunOS)  i risultati potrebbero essere
              lievemente obsoleti. Questo è il comportamento di default.

       -P, --portability
              Usa il formato di visualizzazione  POSIX:  questo  è  uguale  al
              formato  di  default  eccetto  che  le  informazioni  su ciascun
              filesystem  vengono  stampate  esattamente  su  una   riga;   un
              dispositivo  montato non finisce mai su una riga da solo. Questo
              significa che se il nome di un dispositivo è  più  lungo  di  20
              caratteri  (come  ad esempio per alcuni dispositivi di rete), le
              colonne risulteranno non allineate.

       --sync Effettua la chiamata di sistema sync prima di  ottenere  i  dati
              sull’utilizzo.  Con  alcuni  sistemi (in particolare SunOS), far
              così fornisce risultati più aggiornati, ma  in  generale  questa
              opzione  rende molto più lento df, specialmente se ci sono molti
              (o molto occupati) filesystem.

       -t tipofs, --type=tipofs
              Limita  l’elenco  a  filesystem  di  tipo  tipofs.   Si  possono
              specificare  più  tipi  di  filesystem dando più opzioni -t.  Di
              natura, non viene omesso niente.

       -T, --print-type
              (stampa tipo) Stampa il tipo di ciascun filesystem. I tipi  dati
              sono quelli riportati dal sistema (e sono trovati in un modo che
              dipende dal sistema,  per  esempio  leggendo  /etc/mtab).   Vedi
              anche mount(8).

       -x tipofs, --exclude-type=tipofs
              (escludi  tipo) Limita l’elenco a filesystem non di tipo tipofs.
              Si possono specificare più tipi  di  filesystem  da  tralasciare
              dando  più  opzioni  -x.   Di  natura,  non  viene omesso nessun
              filesystem.

       -v     Ignorata; presente per compatibilità con le versioni di  df  per
              System V.

OPZIONI GNU STANDARD

       --help Stampa un messaggio di spiegazione sullo standard output ed esce
              (con successo).

       --version
              Stampa informazioni sulla versione sullo standard output ed esce
              (con successo).

       --     Termina l’elenco delle opzioni.

AMBIENTE

       La variabile POSIXLY_CORRECT determina la scelta di unità di misura: se
       non è impostata, e la variabile BLOCKSIZE ha un valore  che  inizi  con
       «HUMAN»,  allora l’effetto è quello dato dalla variabile -h, a meno che
       sia annullata dall’opzione  -k  o  -m.   Le  variabili   LANG,  LC_ALL,
       LC_CTYPE e LC_MESSAGES hanno il solito significato.

CONFORME A

       POSIX 1003.2

VEDERE ANCHE

       mount(8)

NOTE

       Questa  pagina  descrive  df come si trova nel pacchetto fileutils-4.0;
       altre versioni potrebbero differire leggermente.  Spedisci correzioni o
       aggiunte  a  aeb@cwi.nl  [NdT:  ovviamente,  problemi  nella traduzione
       devono essere spediti al traduttore, non agli  autori].  Segnala  bachi
       nei programmi a fileutils-bugs@gnu.ai.mit.edu.