Provided by: manpages-it_0.3.4-5_all bug

NOME

       mke2fs - crea un Linux second extended file system

SINTASSI

       mke2fs  [ -c | -l nome-file ] [ -b dimensione-blocco ] [ -f dimensione-
       fragment ] [ -i byte-per-inode ] [ -m percentuale-blocchi-riservati ] [
       -o  creator-os  ]  [  -q  ]  [ -v ] [ -F ] [ -L etichetta-volume [ -S ]
       device [ numero-blocchi ]

DESCRIZIONE

       mke2fs è usato per creare un Linux second extended file  system  su  un
       dispositivo (di solito una partizione su un disco).
       device   è  un  file  speciale  corrispondente  al  dispositivo  (p.es.
       /dev/hdXX).
       numero-blocchi è il numero  di  blocchi  nel  dispositivo.  Se  omesso,
       mke2fs ‘‘automagicamente’’ determina la dimensione del file system.

OPZIONI

       -b dimensione-blocco
              Specifica la dimensione dei blocchi in byte.

       -c     Cerca  i blocchi erronei nel dispositivo prima di creare il file
              system, usando un test rapido di sola lettura.

       -f dimensione-fragment
              Specifica la dimensione dei fragment in byte.

       -i byte-per-inode
              Specifica il rapporto byte/inode.  mke2fs  crea  un  inode  ogni
              byte-per-inode  byte di spazio sul disco. Il valore di default è
              4096.  byte-per-inode deve essere almeno 1024.

       -l nome-file
              Legge l’elenco dei blocchi erronei da nome-file

       -m percentuale-blocchi-riservati
              Specifica la percentuale di blocchi riservati per il  superuser.
              Il valore di default è 5%.

       -o     Ridefinisce  manualmente il valore di default del campo "creator
              os" ("sistema operativo creante")  del  filesystem.  Normalmente
              tale  campo è impostato in modo predefinito al sistema operativo
              nativo dell’eseguibile mke2fs.

       -q     Quiet mode. Utile se mke2fs è lanciato in uno script.

       -v     Verbose mode.

       -F     Forza l’esecuzione di mke2fs, anche se il device specificato non
              è un file speciale a blocchi.

       -L     Imposta l’etichetta volume per il filesystem.

       -S     Scrive solo il superblocco e i descrittori di gruppo. È utile se
              sia il superblocco che i superblocchi di backup sono corrotti, e
              si vuole usare un metodo di recupero da ‘‘disperati’’. Fa si che
              mke2fs reinizializzi il superblocco e i descrittori  di  gruppo,
              senza  toccare  la tabella degli inode e le bitmap dei blocchi e
              degli inode. Subito dopo dovrebbe essere lanciato  il  programma
              e2fsck,   ma  non  si  garantisce  che  qualcuno  dei  dati  sia
              recuperabile.

AUTORE

       Questa  versione  di  mke2fs  è  stata   scritta   da   Theodore   Ts’o
       <tytso@mit.edu>.

BACHI

       mke2fs  accetta  l’opzione  -f ma attualmente l’ignora poiché il second
       extended file system non supporta ancora i fragment.
       Possono essercerne altri. Si prega di riferirne all’autore.

DISPONIBILITÀ

       mke2fs è disponibile con ftp anonimo da ftp.ibp.fr e tsx-11.mit.edu  in
       /pub/linux/packages/ext2fs.

VEDERE ANCHE

       dumpe2fs(8), e2fsck(8), tune2fs(8)