Provided by: man2html_1.6f-3_i386 bug

NOME

       man2html - formatta una pagina di manuale in html

SINTASSI

       man2html [options] [file]

DESCRIZIONE

       man2html  converte  una  pagina  di  manuale  che  si  trova in file (o
       standard input (stdin); nel caso non  venga  fornito  alcun  file  come
       argomento, o sia indicato "-", come argomento) dallo stile man nroff in
       html, e stampa il risultato in standard output (stdout).  Supporta tbl,
       ma  non conosce eqn.  Lo stato di uscita è 0. Se qualcosa va male viene
       stampata su stdout una pagina di errore.

       Può essere usato come utilità stand-alone, ma è pensato  principalmente
       come ausilio per permettere agli utenti di navigare le proprie man page
       usando un browser html come lynx(1), xmosaic(1) o netscape(1).

       La parte principale di man2html è il motore da troff a html scritto  da
       Richard  Verhoeven  (rcb5@win.tue.nl).   Esso aggiunge dei collegamenti
       ipertestuali per i seguenti costrutti:

       foo(3x)           "http://localhost/cgi-bin/man/man2html?3x+foo"
       method://string   "method://string"
       www.host.name     "http://www.host.name"
       ftp.host.name     "ftp://ftp.host.name"
       name@host         "mailto:name@host"
       <string.h>        "file:/usr/include/string.h"

       (Il primo di questi può  essere  controllato  dalle  opzioni  -  vedere
       sotto).  Non viene fatto nessun controllo - i collegamenti generati non
       sono necessari o indispensabili.  Inoltre viene generato un indice  con
       collegamenti  interni  alle  varie  sezioni, in modo che sia più facile
       effettuare ricerche personalizzate in pagine  di  manuale  grandi  come
       bash(1).

OPZIONI

       Quando   si  legge  da  stdin  non  è  sempre  chiaro  come  effettuare
       l’espansione .so . L’opzione -D permette a uno script  di  definire  la
       directory di lavoro.

       -D pathname
              Estrae  le  ultime  due parti dal percorso, ed esegue chdir(dir)
              prima di iniziare la conversione.

       L’opzione -E permette una facile generazione di messaggi di  errore  da
       uno script cgi.

       -E string
              Genera  una  pagina  di errore contenente il messaggio di errore
              che si è verificato.

       La forma generale di un collegamento ipertestuale creato  per  una  man
       page di riferimento è

              <method:cgipath><man2htmlpath><separator><manpage>

       con  un  valore  predefinito  come  mostrato  sopra. Le parti di questo
       collegamento ipertestuale sono impostate usando le varie opzioni.

       -h     Set method:cgipath  to  http://localhost.  Questo  è  il  valore
              predefinito.

       -H host[.domain][:port]
              Set method:cgipath to http://host.domain:port.

       -l     Set method:cgipath to lynxcgi:/home/httpd.

       -L dir Set method:cgipath to lynxcgi:dir.

       -M man2htmlpath
              Imposta  il man2htmlpath da usare. Il valore predefinito è /cgi-
              bin/man/man2html.

       -p     Imposta ’/’ come separatore.

       -q     Imposta ’?’ come separatore. Questo è il valore predefinito.

       -r     Usa percorsi html relativi, invece dei percorsi cgi-bin.

       Su una macchina, senza eseguire httpd, si può usare lynx  per  navigare
       le  man page, usando il metodo lynxcgi.  Quando è attivo qualche demone
       http, lynx, o qualunque altro browser, può essere usato per navigare le
       man  page,  usando  il  metodo  http.   L’opzione  -l  (per  ‘lynxcgi’)
       seleziona il comportamento precedente.  Con esso, il valore predefinito
       di cgipath è /home/httpd.

       In generale, uno script cgi può essere chiamato da

              <path_to_script>/<more_path>?<query>

       e  le  variabili d’ambiente PATH_INFO e QUERY_STRING verranno impostate
       rispettivamente in <more_path> e <query>.  Poiché lynxcgi non  gestisce
       la parte PATH_INFO, vengono generati collegamenti ipertestualil con ‘?’
       come separatore predefinito.  L’opzione -p (per ‘path’)  seleziona  ’/’
       come  separatore,  mentre l’opzione -q (per ‘query’) seleziona ’?’ come
       separatore.

       L’opzione -H host specificherà l’host da usare (invece  di  localhost).
       Uno script cgi può usare

              man2html -H $SERVER_NAME

       se  è  impostata  la  variabile  SERVER_NAME  .  Questo permetterà alla
       propria macchina di comportarsi come un server ed esportare man page.

BUG

       Ci sono molti fattori difficilmente prevedibili. L’output potrebbe  non
       essere  sempre  perfetto.  Il  metodo  lynxcgi non funzionerà se lynx è
       stato compilato senza selezionare  il  supporto  per  quest’ultimo.  Ci
       potrebbero essere problemi di sicurezza.

VEDERE ANCHE

       lynx(1), man(1)

                                1 gennaio 1998                     man2html(1)