Provided by: apt-utils_1.2.10ubuntu1_amd64 bug

NOME

       apt-ftparchive - strumento per generare file indice

SINOSSI

       apt-ftparchive [-dsq] [--md5] [--delink] [--readonly] [--contents] [--arch architecture]
                      [-o=stringa_config] [-c=file_config]
                      {packages percorso... [file-override [prefisso_percorso]]  |
                      sources percorso... [file-override [prefisso_percorso]]  |
                      contents percorso  | release percorso  | generate file_config sezione...  |
                      clean file_config  | {-v | --version} | {-h | --help}}

DESCRIZIONE

       apt-ftparchive è lo strumento a riga di comando che genera i file indice usati da APT per
       accedere a una fonte di distribuzione. I file indice devono essere generati sul sito
       origine in base al contenuto di tale sito.

       apt-ftparchive è un sovrainsieme del programma dpkg-scanpackages(1) e incorpora tutte le
       sue funzionalità tramite il comando packages. Inoltre contiene un generatore di file dei
       contenuti, contents, e un modo elaborato per gestire tramite script il processo di
       generazione per un archivio completo.

       Internamente apt-ftparchive può far uso di database binari per tenere in cache il
       contenuto di un file .deb e non si basa su programmi esterni all'infuori di gzip(1).
       Quando genera un archivio completo, esegue automaticamente un controllo sui file
       modificati e crea i file compressi desiderati in uscita.

       A meno che non venga fornita l'opzione -h o --help, deve essere presente uno dei comandi
       seguenti.

       packages
           Il comando packages genera un file dell'indice di pacchetti da un albero di directory.
           Prende la directory data e vi ricerca i file .deb ricorsivamente, emettendo per
           ciascuno un record sullo stdout. Questo comando è più o meno equivalente a dpkg-
           scanpackages(1).

           L'opzione --db può essere usata per specificare un database binario da usare come
           cache.

       sources
           Il comando sources genera un file indice dei sorgenti da un albero di directory.
           Prende la directory data e vi ricerca i file .dsc ricorsivamente, emettendo per
           ciascuno un record sullo stdout. Questo comando è più o meno equivalente a dpkg-
           scansources(1).

           Se si specifica un file override, allora verrà cercato un file override sorgente con
           estensione .src. L'opzione --source-override può essere usata per cambiare il file
           override sorgente da usare.

       contents
           Il comando contents genera un file di contenuti da un albero di directory. Prende la
           directory data e vi ricerca i file .deb ricorsivamente, leggendo l'elenco dei file da
           ciascun file. Quindi ordina e scrive sullo stdout l'elenco di file con i
           corrispondenti pacchetti. Le directory non vengono scritte sull'output. Se più
           pacchetti contengono lo stesso file, ciascun pacchetto è separato da una virgola
           nell'output.

           L'opzione --db può essere usata per specificare un database binario da usare come
           cache.

       release
           Il comando release genera un file Release da un albero di directory. In modo
           predefinito cerca ricorsivamente nella directory data i file Packages e Sources non
           compressi e quelli compressi con gzip, bzip2 o lzma, come anche i file Release e
           md5sum.txt (APT::FTPArchive::Release::Default-Patterns). Si possono aggiungere
           ulteriori modelli per i nomi di file elencandoli in
           APT::FTPArchive::Release::Patterns. Scrive poi sullo stdout un file Release contenente
           (in modo predefinito) per ogni file un digest MD5, SHA1, SHA256 e SHA512.

           I valori dei campi di metadati aggiuntivi nel file Release sono presi dalle variabili
           corrispondenti sotto APT::FTPArchive::Release, ad esempio
           APT::FTPArchive::Release::Origin. I campi supportati sono: Origin, Label, Suite,
           Version, Codename, Date, Valid-Until, Architectures, Components, Description.

       generate
           Il comando generate è pensato per essere eseguibile da uno script di cron e costruisce
           gli indici in base al file di configurazione fornito. Il linguaggio di configurazione
           fornisce un mezzo flessibile per specificare quali file di indice vengano costruiti a
           partire da quali directory, oltre a fornire un mezzo semplice per amministrare le
           impostazioni desiderate.

       clean
           Il comando clean pulisce i database usati dal file di configurazione dato, rimuovendo
           tutti i record non più necessari.

LA CONFIGURAZIONE DI GENERATE

       Il comando generate usa un file di configurazione per descrivere gli archivi da generare.
       Segue il tipico formato di configurazione ISC come usato negli strumenti ISC come bind 8 e
       dhcpd.  apt.conf(5) contiene una descrizione della sintassi. Notare che la configurazione
       di generate viene letta per sezioni, ma apt.conf(5) viene letto ad albero. Ciò ha effetto
       soltanto sulla gestione del tag di ambito.

       La configurazione di generate ha quattro sezioni separate, ciascuna delle quali è
       descritta in seguito.

   Sezione Dir
       La sezione Dir definisce le directory standard necessarie per localizzare i file richiesti
       durante il processo di generazione. Queste directory vengono fatte precedere da alcuni
       percorsi relativi definiti nelle sezioni successive, per produrre un percorso assoluto
       completo.

       ArchiveDir
           Specifica la radice dell'archivio FTP; in una configurazione Debian standard questa è
           la directory che contiene i nodi ls-LR e dist.

       OverrideDir
           Specifica la posizione dei file override.

       CacheDir
           Specifica la posizione dei file cache.

       FileListDir
           Specifica la posizione dei file con gli elenchi dei file, se viene usata
           l'impostazione FileList sotto.

   Sezione Default
       La sezione Default specifica i valori predefiniti e le impostazioni che controllano il
       funzionamento del generatore. Altre sezioni possono scavalcare questi valori tramite
       impostazioni definite per sezione.

       Packages::Compress
           Imposta gli schemi di compressione predefiniti da usare per i file indice dei
           pacchetti. È una stringa che contiene una lista separata da spazi con almeno uno fra
           «.» (nessuna compressione), «gzip» e «bzip2». Il valore predefinito per tutti gli
           schemi di compressione è «. gzip».

       Packages::Extensions
           Imposta la lista predefinita di estensioni di file che contraddistinguono i file dei
           pacchetti. Il valore predefinito è «.deb».

       Sources::Compress
           Simile a Packages::Compress, tranne per il fatto che controlla la compressione dei
           file Sources.

       Sources::Extensions
           Imposta la lista predefinita di estensioni che contraddistinguono i file dei sorgenti.
           Il valore predefinito è «.dsc».

       Contents::Compress
           Simile a Packages::Compress, tranne per il fatto che controlla la compressione dei
           file Contents.

       Translation::Compress
           Simile a Packages::Compress, tranne per il fatto che controlla la compressione del
           file principale Translation-en.

       DeLinkLimit
           Specifica il numero dei kilobyte da scollegare (e sostituire con collegamenti fisici)
           per esecuzione. Viene usato insieme all'impostazione per sezione External-Links.

       FileMode
           Specifica la modalità di tutti i file indice creati. Il valore predefinito è 0644.
           Tutti i file di indice sono impostati a questa modalità a prescindere dall'umask.

       LongDescription
           Specifica se le descrizioni lunghe debbano essere incluse nel file Packages o separate
           in un file Translation-en principale.

   Sezione TreeDefault
       Imposta valori predefiniti specifici per le sezioni Tree. Tutte queste variabili sono
       variabili di sostituzione in cui le stringhe $(DIST), $(SECTION) e $(ARCH) verranno
       sostituite dai loro rispettivi valori.

       MaxContentsChange
           Imposta il numero di kilobyte di file Contents che vengono generati ogni giorno. I
           file Contents sono ruotati a turno in modo da venire rigenerati tutti nel giro di
           alcuni giorni.

       ContentsAge
           Controlla il numero di giorni durante i quali un file Contents può essere controllato
           senza modifiche. Al superamento di questo limite, l'orario mtime del file Contents
           viene aggiornato. Questo può succedere se il file Packages viene modificato in un modo
           che non ha come risultato un nuovo file Contents [ad esempio una modifica di
           override]. È consentito un certo ritardo, nella speranza che vengano installati nuovi
           pacchetti .deb, il che richiederebbe comunque la creazione di un nuovo file. Il valore
           predefinito è 10, i valori sono espressi in giorni.

       Directory
           Imposta la radice dell'albero della directory dei .deb. Il valore predefinito è
           $(DIST)/$(SECTION)/binary-$(ARCH)/.

       SrcDirectory
           Imposta la radice dell'albero della directory dei pacchetti sorgente. Il valore
           predefinito è $(DIST)/$(SECTION)/source/.

       Packages
           Imposta il file Packages di uscita. Il valore predefinito è
           $(DIST)/$(SECTION)/binary-$(ARCH)/Packages.

       Sources
           Imposta il file Sources di uscita. Il valore predefinito è
           $(DIST)/$(SECTION)/source/Sources.

       Translation
           Imposta il file Translation-en principale di uscita contenente le descrizioni lunghe
           se non devono essere incluse nel file Packages. Il valore predefinito è
           $(DIST)/$(SECTION)/i18n/Translation-en.

       InternalPrefix
           Imposta il prefisso del percorso che fa sì che un collegamento simbolico sia
           considerato un collegamento interno invece che esterno. Il valore predefinito è
           $(DIST)/$(SECTION)/.

       Contents
           Imposta il file Contents di uscita. Il valore predefinito è
           $(DIST)/$(SECTION)/Contents-$(ARCH). Se questa impostazione fa sì che più file
           Packages corrispondano a un solo file Contents (come avviene con il valore
           predefinito), allora apt-ftparchive unirà automaticamente insieme questi file dei
           pacchetti.

       Contents::Header
           Imposta il file di intestazione da anteporre all'output dei contenuti.

       BinCacheDB
           Imposta il database per la cache binaria da usare per questa sezione. Lo stesso
           database può essere condiviso da più sezioni.

       FileList
           Specifica che invece di percorrere l'albero delle directory, apt-ftparchive deve
           leggere la lista dei file dal file dato. I nomi relativi dei file vengono fatti
           precedere dalla directory archivio.

       SourceFileList
           Specifica che invece di percorrere l'albero delle directory, apt-ftparchive deve
           leggere la lista dei file dal file dato. I nomi di file relativi vengono fatti
           precedere dalla directory archivio. Questa opzione viene usata quando si elaborano gli
           indici dei sorgenti.

   Sezione Tree
       La sezione Tree definisce un albero di file standard Debian che consiste in una directory
       di base, quindi più sezioni in quella directory di base e infine più architetture in ogni
       sezione. Gli esatti percorsi usati sono definiti dalla variabile di sostituzione
       Directory.

       La sezione Tree accetta un tag di ambito che imposta la variabile $(DIST) e definisce la
       radice dell'albero (il percorso viene fatto precedere da ArchiveDir). Di solito è
       un'impostazione simile a dists/jessie.

       Tutte le impostazioni definite nella sezione TreeDefault possono essere usate in una
       sezione Tree, oltre a tre nuove variabili.

       Quando elabora una sezione Tree, apt-ftparchive esegue un'operazione simile a:

           for i in Sections do
              for j in Architectures do
                 Genera per DIST=ambito SECTION=i ARCH=j

       Sections
           Questa è una lista di sezioni che appaiono sotto la distribuzione, separate da spazi;
           tipicamente è simile a main contrib non-free.

       Architectures
           Questa è una lista separata da spazi di tutte le architetture che sono presenti nella
           sezione ricerca. L'architettura speciale «source» viene usata per indicare che questo
           albero ha un archivio sorgente. L'architettura «all» indica che i file specifici per
           un'architettura come Packages non dovrebbero includere informazioni sui pacchetti con
           architettura all in tutti i file, dato che saranno disponibili in un file dedicato.

       LongDescription
           Specifica se le descrizioni lunghe debbano essere incluse nel file Packages o separate
           in un file Translation-en principale.

       BinOverride
           Imposta il file override binario. Il file override contiene informazioni sulla
           sezione, la priorità e l'indirizzo del manutentore.

       SrcOverride
           Imposta il file override sorgente. Il file override contiene informazioni sulla
           sezione.

       ExtraOverride
           Imposta il file override binario extra.

       SrcExtraOverride
           Imposta il file override sorgente extra.

   Sezione BinDirectory
       La sezione bindirectory definisce un albero di directory dei binari senza una struttura
       speciale. Il tag di ambito specifica la posizione della directory dei binari e le
       impostazioni sono simili a quelle della sezione Tree senza variabili di sostituzione o
       impostazioni SectionArchitecture.

       Packages
           Imposta l'output del file Packages.

       Sources
           Imposta l'output del file Sources. È obbligatorio almeno uno fra Packages e Sources.

       Contents
           Imposta l'output del file Contents (opzionale).

       BinOverride
           Imposta il file override binario.

       SrcOverride
           Imposta il file override sorgente.

       ExtraOverride
           Imposta il file override binario extra.

       SrcExtraOverride
           Imposta il file override sorgente extra.

       BinCacheDB
           Imposta il DB della cache.

       PathPrefix
           Aggiunge un percorso a tutti i percorsi di uscita.

       FileList, SourceFileList
           Specifica il file con l'elenco dei file.

IL FILE OVERRIDE BINARIO

       Il file override binario è completamente compatibile con dpkg-scanpackages(1). Contiene
       quattro campi separati da spazi. Il primo campo è il nome del pacchetto, il secondo è la
       priorità a cui forzare quel pacchetto, il terzo è la sezione in cui forzare quel pacchetto
       e l'ultimo campo è il campo di permutazione del manutentore.

       La forma generale del campo manutentore è:

           vecchio [// vecchio...]* => nuovo

       o semplicemente

           nuovo

       . La prima forma consente di specificare una lista di vecchi indirizzi di posta
       elettronica separati da una doppia sbarra. Se qualcuno di essi viene trovato, allora il
       campo manutentore viene sostituito con «nuovo». La seconda forma sostituisce
       invariabilmente il campo manutentore.

IL FILE OVERRIDE SORGENTE

       Il file override sorgente è completamente compatibile con dpkg-scansources(1). Contiene
       due campi separati da spazi. Il primo campo è il nome del pacchetto sorgente, il secondo è
       la sezione a cui assegnarlo.

IL FILE OVERRIDE EXTRA

       Il file override extra permette di aggiungere o sostituire nell'output un tag arbitrario.
       Ha tre colonne: la prima per il pacchetto, la seconda per il tag e il resto della riga è
       il nuovo valore.

OPZIONI

       Tutte le opzioni a riga di comando si possono impostare usando il file di configurazione;
       le descrizioni indicano l'opzione da impostare. Per le opzioni booleane si può scavalcare
       il file di configurazione usando qualcosa come -f-, --no-f, -f=no o diverse altre
       varianti.

       --md5, --sha1, --sha256, --sha512
           Genera i codici di controllo specificati. Queste opzioni sono abilitate in modo
           predefinito; quando vengono disabilitate i file indice non hanno, quando ciò è
           possibile, i campi dei codici di controllo. Voci di configurazione:
           APT::FTPArchive::Codice-di-controllo e APT::FTPArchive::Indice::Codice-di-controllo
           dove Indice può essere Packages, Sources o Release e Codice-di-controllo può essere
           MD5, SHA1, SHA256 o SHA512.

       -d, --db
           Usa un DB per la cache binaria. Questo non ha effetto sul comando generate. Voce di
           configurazione: APT::FTPArchive::DB.

       -q, --quiet
           Silenzioso; produce un output adatto per un file di registro, omettendo gli indicatori
           di avanzamento. Ulteriori q produrranno un risultato ancor più silenzioso, fino a un
           massimo di 2. È anche possibile usare -q=n per impostare il livello di silenziosità,
           scavalcando il file di configurazione. Voce di configurazione: quiet.

       --delink
           Effettua il de-collegamento. Se viene usata l'impostazione External-Links allora
           questa opzione abilita di fatto il de-collegamento dei file. È attiva in modo
           predefinito e può essere disabilitata con --no-delink. Voce di configurazione:
           APT::FTPArchive::DeLinkAct.

       --contents
           Effettua la generazione dei Contents. Se viene impostata questa opzione e gli indici
           dei pacchetti sono generati con un DB della cache, allora anche l'elenco dei file
           verrà estratto e memorizzato nel DB per gli usi futuri. Quando si usa il comando
           generate questa opzione permette anche la creazione di qualsiasi file Contents. È
           attiva in modo predefinito. Voce di configurazione: APT::FTPArchive::Contents.

       -s, --source-override
           Seleziona il file override sorgente da usare con il comando sources. Voce di
           configurazione APT::FTPArchive::SourceOverride.

       --readonly
           Rende i database delle cache in sola lettura. Voce di configurazione:
           APT::FTPArchive::ReadOnlyDB.

       -a, --arch
           Accetta per i comandi packages e contents solo i file di pacchetto che corrispondono a
           *_arch.deb o *_all.deb invece di tutti i file di pacchetto nel percorso specificato.
           Voce di configurazione: APT::FTPArchive::Architecture.

       APT::FTPArchive::AlwaysStat
           apt-ftparchive(1) memorizza in un database cache il maggior numero possibile di
           metadati. Se i pacchetti sono ricompilati o ripubblicati nuovamente con la stessa
           versione, questo causa problemi dato che verranno usati dei metadati in cache, come la
           dimensione e i codici di controllo, non più aggiornati. Notare che questa opzione è
           impostata in modo predefinito a «false» dato che non è raccomandabile caricare più
           versioni/compilazioni di un pacchetto con lo stesso numero di versione, perciò in
           teoria nessuno dovrebbe avere di questi problemi e di conseguenza tutti questi
           controlli aggiuntivi sono inutili.

       APT::FTPArchive::LongDescription
           Questa opzione di configurazione è impostata a «true» in modo predefinito e dovrebbe
           essere impostata a «false» solamente se l'archivio generato con apt-ftparchive(1)
           fornisce anche file Translation. Notare che il file principale Translation-en può
           essere creato solamente con il comando generate.

       -h, --help
           Mostra un breve riassunto sull'uso.

       -v, --version
           Mostra la versione del programma.

       -c, --config-file
           File di configurazione; specifica un file di configurazione da usare. Il programma
           legge il file di configurazione predefinito e poi questo file di configurazione. Se è
           necessario modificare le impostazioni di configurazione prima che vengano analizzati i
           file di configurazione predefiniti, specificare un file con la variabile d'ambiente
           APT_CONFIG. Vedere apt.conf(5) per informazioni sulla sintassi.

       -o, --option
           Imposta un'opzione di configurazione; imposterà una qualunque opzione di
           configurazione. La sintassi è -o Pinco::Pallo=pallo.  -o e --option si possono usare
           più volte per impostare opzioni diverse.

ESEMPI

       Per creare un file Packages compresso per una directory contenente pacchetti binari
       (.deb):

           apt-ftparchive packages directory | gzip > Packages.gz

VEDERE ANCHE

       apt.conf(5)

DIAGNOSTICA

       apt-ftparchive restituisce zero in caso di funzionamento normale e il valore decimale 100
       in caso di errore.

BUG

       Pagina dei bug di APT[1]. Se si desidera segnalare un bug in APT, vedere
       /usr/share/doc/debian/bug-reporting.txt o il comando reportbug(1).

TRADUZIONE

       Traduzione in italiano a cura del Team italiano di localizzazione di Debian
       <debian-l10n-italian@lists.debian.org>. In particolare hanno contribuito Eugenia Franzoni
       (2000), Hugh Hartmann (2000-2012), Gabriele Stilli (2012), Beatrice Torracca (2012, 2014,
       2015).

       Notare che questa versione tradotta del documento può contenere parti non tradotte. Ciò è
       voluto, per evitare di perdere contenuti quando la traduzione non è aggiornata rispetto
       all'originale.

AUTORI

       Jason Gunthorpe

       Team APT

NOTE

        1. Pagina dei bug di APT
           http://bugs.debian.org/src:apt